Open Day Amarganta: Premio Letterario, letteratura & musica

La seconda edizione dell’Open Day Amarganta si terrà a Rieti, il 25 novembre 2017, a partire dalle 9.30 presso il Piccolo Teatro dei Condomini, via di Mezzo 184.
Una giornata ricca di eventi: dalla poesia alla saggistica, dalla culinaria alla storia per una kermesse a 360 gradi. Alle 0re 17.00 Cerimonia di premiazione del Premio Letterario Amarganta con autori provenienti da ogni parte della nostra penisola e l’esibizione musicale di alcuni talentuosi allievi della Minervini-Sisti sotto la direzione del prof. Ruggero Russi. Presenterà l’evento Maria Cristina Lafiandra.

In dettaglio il programma:
9.30 – 10.30 Chiara Guidoni, Come in un vernissage
10,30 – 11,30 Giuliana Bonanni, Il superamento degli abissi
11,30 – 12,30 Anna Simona Santoprete, La forchetta in valigia
14,45 – 15,45 Roberto Ferrari, Regina di fiori, regina di cuori
17.00 – 18.30 Cerimonia Premio Letterario Amarganta Ed. III
21,00 – 22.00 Flavio Fosso, E il Velino va…

Annunci

Premio Letterario Amarganta Ed III: risultati

Premio Letterario Amarganta
Literary Prize Amarganta – Prix littéraire Amarganta – Prêmio literário Amarganta

III Edizione

Premiazione

sabato 25 novembre

ore 17.00

Piccolo Teatro dei Condomini, via di Mezzo  n.184

02100 Rieti (RI)

Primo classificato

Silenzio
Luana Troncanetti

Una storia dalle tinte noir che annovera l’alternarsi di personaggi variegati sullo sfondo di una Roma palpitante.  Le persone e la città sono rese in una prospettiva tridimensionale e contribuiscono a un intreccio emozionante, scandito da  un linguaggio essenziale fino alla risoluzione del crimine in apertura, senza dare mai nulla per scontato.

Secondo classificato
Un manichino elegante

Eleonora Santamaria

Una trama originale, dove la realtà assume contorni  alternativi  grazie alla continua trasformazione del banale e dell’imperfetto in straordinario che accompagna il lettore per tutta la storia.  Pregevole la resa dell’illusione del tempo che trascende fusa nella memoria del protagonista con godibile armonia.

Terzo classificato ex aequo

L’enigma del Battista

Lorena Marcelli

Con un linguaggio fluido e appropriato, la scrittrice delinea una storia sospesa tra realtà e magia. Interessanti i salti temporali realizzati con dovizia in scenari vari e ben caratterizzati, sul filo di una caccia al tesoro dal ritmo serrato fino al colpo di scena finale.

Terzo classificato ex aequo

Per non aver commesso il fatto

Michele Navarra

Ottimo esemplare del genere legal thriller scandito da una vena ironica che lo rende doppiamente piacevole.  La connotazione romanesca  restituisce un  protagonista empatico e fruibile senza nulla togliere a una professionalità che traspare da ogni pagina regalando al lettore  scorci preferenziali sulle modalità del processo penale in Italia con un tecnicismo  giuridico ben dosato a beneficio di una gradita immediatezza.

 

Quarto classificato

Note rosso sangue

Salvatore Stefanelli

Un horror con molte contaminazioni di contorno capaci di arricchirne la densità. Elementi di spicco: l’atmosfera dark che permea il mondo reale e quello dell’al di là e un protagonista ben delineato e carismatico per una trama originale.

PREMI SPECIALI

 

Premio speciale Storia Originale

Punto Zero è tempo di viaggiare

Andrea Ciccone

Personaggi dislocati in varie parti del mondo chiamati a compiere un viaggio fuori e dentro se stessi. Lo stile essenziale e le veloci inquadrature definiscono un romanzo dallo stile teatrale e originale.

Tra fiction e realtà

Il marchio dell’oro nero

Raffaella Bossi

Con uno stile chiaro e suggestivo, il romanzo introduce il lettore all’interno di una storia dagli scorci sempre nuovi sul filo conduttore degli interessi che ruotano attorno all’oro nero. Un tema di attualità che si trasforma in avventura avvincente.

Scrivere Uomo

Non chiederlo alla luna

Fabrizio Colonna

Una love story surreale, in sospeso tra il sogno e la realtà. Amore e fantascienza danno vita a un romanzo ricco di suspense che si avvantaggia di un ottimo stile narrativo.

Scrivere Donna

L’amore e` uno zerowatt

Paola Cimmino

Una storia dal ritmo veloce, con citazioni letterarie e un’avvolgente atmosfera dark. Un mix che rende il romanzo, un fantasy  moderno, particolarmente intrigante.

Premio speciale short

Salvatore Stefanelli

La belva del mare

Nella brevità della narrazione, il testo costituisce un apprezzabile tentativo di coniugare la narrazione di un thriller con uno stile poetico capace di far risaltare il dolore del protagonista.

Romanzo evocativo

Senza ritorno

Luigino Vador, Ros Nicoletta

Una testimonianza sentita, resa attraverso racconti romanzati che non perdono in realismo. Un omaggio doloroso e dovuto alle famiglie istriane autrici di un messaggio ancora vivo e valido ad anni di distanza da un esodo forzato, un messaggio pieno di vita e di speranza.

Migliore caratterizzazione di genere

Il fiore degli abissi

Leonilde  Bartarelli

Un romanzo dal sapore classico con una trama avvincente curata nel dettagli. Un linguaggio fluido accompagna l’evolversi del personaggio principale senza risparmiare intrighi  e suspense.

Migliore caratterizzazione di genere
Le tele – Delitti a Merano

Giuseppe Mandia

Un giallo suggestivo e intricato che di delitto in delitto, semina misteri  e sfiora diversi momenti
della storia recente con un ritmo galoppante.

Migliore caratterizzazione di genere

In Aeternum

Silvia Matricardi

Un romanzo che si ispira a una storia tanto veritiera quanto dal sapore misterioso con fulcro in alcune delle località più antiche del Lazio.  L’impronta di stampo fantastico si arricchisce di connotazioni variegate rendendo la trama particolarmente avvincente.

Migliore caratterizzazione di genere

Tela di ragno  

Ramona Corrado

Storie brevi raccontate da un punto di vista insolito, una girandola di sentimenti che oscilla tra la fiction pura al realismo. Un alternarsi di sensazioni potenti che spingono prepotentemente alla lettura.

Migliore caratterizzazione di genere

Le foto di Tiffany

Roberta Andres

Un thriller al femminile che affronta a il tema dello stalking con un pizzico di erotismo e di mistero. Un crescendo di tensione che cattura grazie anche a un linguaggio semplice che enfatizza il ritmo incalzante del narrato.

 

Menzione d’onore

Il fiume risale il monte

Iano Lanz

Un testo ricco di descrizioni e di riferimenti che utilizza un espediente, una processione religiosa, per portare a galla elementi dell’esistenza di una moltitudine di persone e mostrare come al di là della normalità, la vita possa assumere colori inaspettati.

Menzione d’onore

I racconti dell’inquilino

Andrea Frattali

La metafora dell’“inquilino”, quale elemento dell’essere più disturbante e oscuro, permea una serie di racconti macabri dalla buona presa emotiva.

Menzione d’onore

Hypoplasia

Monica Ravalico

Con una dialettica incalzante, il romanzo delinea due storie di vita tanto diverse quanto complementari pungolando di continuo il lettore, spinto a individuarne gli astratti punti di comunanza.

Menzione d’onore

Lei stava lì

Sassano Francesca

Un affresco commovente ambientato in Argentina tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. Il dramma dei desaparecidos viene affrontato in un romanzo che da’ voce alle madri e al loro dramma con vivida lucidità.

 

Menzione d’onore

Lame di buio dal passato

Taibi Giovanni

Il passato e i ricordi che affiorano tornando alla terra d’origine costituiscono il nerbo centrale di una storia dal tema classico affrontato con grande passione.

Menzione d’onore

Morti e sepolti

Alessandro Testa

Un giallo che risulta gradevole per l’empatia che si crea con i personaggi che riescono a divertire sullo sfondo di una Napoli confusionaria e alle spalle di un buon tratteggio storico.

Menzione d’onore

Le streghe di Atripalda. Racconti di sport

Teodoro Lorenzo

Racconti veloci in stile essenziale dove lo sport diventa espediente per mostrare aspetti della psicologia dell’essere umano, strumento di riscatto ma soprattutto di formazione del corpo quanto dello spirito.

Menzione d’onore

Non è letteratura

Franco Ruggiero

Un romanzo articolato e insolito, la cui trama sfaccettata coinvolge personaggi variegati e situazioni Inaspettate creando una suspense gradevole.

Menzione d’onore

Concerto a quattro mani

Claudia Lo Blundo Giarletta

Una panoramica sensibile e sentita sull’universo femminile negli anni ’90, a definire uno spartiacque importante nell’evoluzione dei rapporti tra uomini e donne nel nostro Paese.

 

Menzione d’onore

La vergine della soglia

Domenico Pujia

Tra magia, esoterismo e superstizione, una storia delicata ambientata nella Calabria degli anni ’40. Un linguaggio semplice fa da ponte tra il presente e il passato conducendo il lettore con grazia in luoghi e ambiti misteriosi.

Premio speciale: In prima persona

Odore di camino spento

Vincenzo Pagano

Un excursus nel sottobosco della piccola criminalità di Bari. Un susseguirsi di immagini e di personaggi particolari e di definizioni originali rese più godibili da un uso suggestivo delle parole.

Premio Speciale Idea & cover

Juan, il mare, il cricket e il sogno di Sebastian

Francesco Biacchi

Una storia tesa alla sensibilizzazione verso scottanti temi di attualità, dall’ecologia alla delinquenza, dallo sfruttamento alla droga. Il mare, nelle sue infinite sfaccettature, è protagonista diretto e indiretto e torna nel titolo e nella copertina del libro creando un anello di sensazioni positive.

Premio speciale Giovane talento

Cellule impazzite  

Claudio Alessandro Colombrita

Amore e solidarietà ammorbidiscono con dolcezza il tema della malattia all’interno di un reparto di oncologia pediatrica.  Un contesto difficile filtrato da un forte messaggio di speranza e pervaso dalla delicatezza di sentimenti espressi con garbo.

Premio speciale Amarganta team

Una voce nella nebbia    

Laura Costantini, Loredana Falcone

Un’atmosfera dai toni magici, in un’ambientazione contemporanea che sorprendentemente trascina il lettore nel passato. Personaggi dalla forte personalità, natura e misticismo sono gli ingredienti di un romanzo avvincente ambientato in un’Irlanda verde e piovosa.

Migliore caratterizzazione di genere

Mezzatesta Maria

Le figlie delle amazzoni

Un romanzo di fantascienza ben ambientato e strutturato, con descrizioni accurate che agevolano la trasposizione nell’immaginario. Le considerazioni di natura sociale e morale trasfuse nella trama attualizzano il testo senza appesantirlo anche in virtù di uno stile scorrevole.

Menzioni d’onore

Pablo Cerini

7 giorni

Un romanzo originale, il cui motore è rappresentato dall’alternarsi del giorno e della notte, della routine e dell’inconsueto. Un esordio che incuriosisce così come la trama che, con un linguaggio immediato, lascia trapelare l’immagine di una società poco edificante.

 

Giuria

Flavia Braconi, direttrice Biblioteca Comunale di Poggio Moiano
Giuseppe Caiazza, presentatore Radioondo Rieti
Elisabetta Faraglia, giornalista
Gabriella Gianni, direttrice della Biblioteca Comunale Paroniana di Rieti
Elisa Masotti, direttrice della testata televisiva Sabinia TV
Rita Pasquetti, docente di lettere presso il Liceo Scientifico di Rieti Carlo Jucci
Sonia Rosatelli, giornalista e insegnante
Roberto Russi, professore associato di letteratura italiana presso l’Università di Banja Luka, BiH
Elisa Sartarelli, giornalista, scrittrice
Virginia Tomaselli, co-titolare Libreria Nuova Gulliver

Premio Letterario amarganta Ed III – I finalisti

Premio Letterario Amarganta
Literary Prize Amarganta – Prix littéraire Amarganta – Prêmio literário Amarganta

III Edizione

Finalisti 2017: responso entro il 31 ottobre 2017

 

Lorena Marcelli – L’enigma del Battista

Eleonora Santamaria – Un manichino elegante

Michele Navarra – Per non aver commesso il fatto

Luana Troncanetti – Silenzio

Salvatore Stefanelli – Note rosso sangue

Premio Letterario Amarganta Edizione II: I finalisti

Amarganta è lieta di annunciare la cinquina finalista del premio Letterario Amarganta Edizione II. La terna vincitrice sarà dichiarata dalla giuria il 24 novembre 2016.

Codice Sorgente di Eva Serena Pavan
Il fruscio dell’essenziale di Liviana Ceccarelli
La collina dei girasoli di Lorena Marcelli
Sangue alieno di Monica Serra
Solo la verità di Michele Navarra

premioamargantafinalistiimmage2016

 

 

Codice Sorgente di Eva Serena Pavan

24_codicesorgente_evaseranapavan_self

Milano. Facoltà di informatica.
Quattro amici con la passione dei videogiochi e il sogno di sfondare, un giorno, all’Independent Games Festival.
Uno di loro, Fulvio, sembra a un passo dall’obiettivo: sta infatti iniziando il tirocinio in un’azienda di videogiochi. Fulvio è uno bravo, se si butta in un progetto lo realizza a perfezione. Ma oltre al tirocinio ci sono gli esami da finire, l’affitto da pagare in qualche modo e una storia nascente con una ragazza che forse è vera, forse no.
Quando la realtà non segue i programmi, è forte la tentazione di chiudersi in casa e inventarne una virtuale, dove gli esami si passano sempre… Ma in una situazione instabile, la tensione cresce e il rischio di crash incombe.
Tratto da una storia vera, lo scontro tra realtà e desideri, tra le proprie aspirazioni e le aspettative dei familiari porterà a un esito imprevedibile e a un finale che, come tutte le storie vere, resta sempre un po’ da scrivere.

 Il fruscio dell’essenziale di Liviana Ceccarelli

15_ilfrusciodellessenziale_livianaceccarelli_ibiskos

Meditazioni e appunti di viaggio in un deserto lungo una vita. Un percorso che va oltre l’oggi e all’oggi ritorna.
Una ricerca delle proprie radici a ritroso nel tempo che il tempo risale e in un cerchio si chiude, fino ad un vicino/lontano futuro che è già presente. Un filo d’inchiostro che accarezza il profilo delle emozioni e che si trasforma quando in preghiera, quando in dialogo. Descrizioni, tra dettagli e metafore, delineano figure senza nome che progettano la vita e rifiutano di subirne la corsa incessante.
Un’ immagine di donna che si vede bambina, ora sposa e ancora mente avanti con l’età. Solamente le date e i giorni dei capitoli scandiscono il tempo che scorre.
Un’altalena di contrapposizioni, dondolio devastante tra città e verde silenzioso, suono e pensieri, ansia e desiderata quiete, un  dentro/fuori l’anima accompagnato dal sottile e invisibile fruscio dell’essenziale, come dice il titolo, che accompagna sommesso ogni gesto. Un fruscio che è, insieme, spettatore e regista.
Immobili pagine di diario accolgono riflessioni, monologhi febbricitanti, tra silenzi e caos.

 La collina dei girasoli di Lorena Marcelli

14_lacollinadeigirasoli_lorenamarcelli_edizioniesordienti

Topazio, Perla, Giada e Ambra sono quattro sorelle, figlie di un orafo famoso, ma l’unica cosa che le accomuna davvero è di avere il nome di una pietra preziosa, perché sono molto diverse tra loro, e non si sopportano a vicenda; il padre muore prematuramente in un incidente e la madre, Luisa, una donna immorale e superficiale, è incapace di dare loro l’affetto di cui hanno bisogno. Le due sorelle maggiori diventano delle donne insicure, sentimentalmente fragili e insoddisfatte, mentre Giada e, in particolare, Ambra, più sensibili, conosceranno l’affetto materno della zia Elia, che vive in campagna e che accoglierà soprattutto Ambra ogni estate. In questo contesto sano e affettuoso la ragazza ritrova se stessa, decide cosa voler fare e conoscerà anche l’amore della sua vita.
Un romanzo delicato e profondo, sulle relazioni famigliari e sui sentimenti, sullo sfondo della campagna abruzzese.

Sangue alieno di Monica Serra

28_monicaserra_sanguealieno_diversasintonia

Sulla stazione orbitale OSS, l’officina di Roland è il posto in cui i viaggiatori intergalattici si fermano quando hanno bisogno di pezzi di ricambio. Dopo tanti anni, Lyna Konor sbarca nuovamente su OSS, con i ricordi di un passato che ancora brucia nel cuore e nell’anima. Questo è il racconto di quello che le accadde.

Solo la verità di Michele Navarra

34_michelenavarra_sololaverita_novecentoeditore

Roma. Seduta su una panchina Anna Narducci è finalmente felice. Accanto a lei L uigi, l’amore della sua vita, e una bimba in arrivo. Non immagina che di lì a po co dovrà lottare contro i fantasmi del suo burrascoso passato – di cui sarà vitt ima proprio sua figlia – che, implacabili, tornano per saldare i conti. Un legal thriller accattivante e travolgente, con protagonista l’imperfetto avvo cato Alessandro Gordiani, incaricato di difendere il dottor Rovaglia, accusato d i imperizia e negligenza dalla madre di Anna, donna tanto potente quanto pericol osa. Un processo lungo e complicato, senza esclusione di colpi, durante il quale Gordiani sarà costretto a giocare una delicata partita a scacchi con i suoi avv ersari. Fa da sfondo alla vicenda l’immutabile complessità di una città come Roma, viva e vivace ma al tempo stesso incredibilmente oscura e sporca. Con questo quarto romanzo, Michele Navarra conferma la sua capacità di raccontar e al lettore gli elementi e i protagonisti del processo penale italiano, senza m ai rinunciare al suo stile incalzante e a tratti visionario.

Premio letterario Amarganta: aggiornamento

premioamarganta2016_banner_premiazioneSiamo felici di annunciare che, finalmente, è stata individuata una cinquina finalista del Premio. A fronte di decine di ebook iscritti, molti di grande qualità, si è trattato di un lavoro sicuramente avvincente e gratificante, ma anche duro. Un lavoro che ci ha fatto comprendere come il premio sia cresciuto enormemente inducendoci a nostra volta a compere un ulteriore sforzo di miglioramento. Ecco perché, a fronte di una ventina di testi molto vicini nella classifica di testa, abbiamo deciso di investire di più nel Premio adeguando la nostra risposta. Da queste considerazioni è nata l’idea di proclamare un Amarganta day nel corso del quale, a fronte di altri motivi di incontro, dar luogo alla premiazione dei 3 vincitori del Premio definiti dal giudizio dalla giuria scegliendo tra i 5 finalisti. In questa occasione, verranno anche menzionati i vincitori delle altre categorie studiate e strutturate per adeguarci al nuovo standard imposto dalla varietà, dal numero e dalla qualità delle opere iscritte. Quest’ultimi, a coronamento della loro bella prova, riceveranno un attestato. Qualora decidessero di essere presenti alla cerimonia, saranno graditi ospiti dell’associazione durante la cena sociale a chiusura della giornata. Come già definito sul sito e sul blog dell’associazione, ricordiamo che la premiazione si terrà nel giorno 3 dicembre, dalle 16.00 alle 17.30 presso il Piccolo Teatro dei Condomini (http://www.teatrodeicondomini.it) sito a Rieti, Via di Mezzo, 184.

La cinquina finalista e i vincitori dei premi speciali verranno resi noti nel corso dei prossimi giorni.